(forse) Si.Può.(ri)Fare!

Vivere da sola in Italia, a 25 anni, con 450 euro al mese e a impatto zero.

Una vegetariana al tex-mex … HO UN LAVORO !

su 16 marzo 2014

Cos’è il TEX-MEX ? Clicca per scoprirlo !

Nuovo lavoro, giorno uno (ieri). Ebbene sì, a nemmeno tre settimane dal mio post sulla ricerca di soldi, mi cimento già in due turni da cinque ore in questo tex-mex dal volto italico con oltre cento tavoli e innumerevoli impiegati. Ottimi colleghi e bella atmosfera per chi non vive nell’ansia di sentirsi dire “Brava” da una signora-troll di duecento chili con la barba fatta di fresco (una delle cape, che però con me è molto gentile).

Da una parte sono orgogliosa, o meglio conscia della mia sfacciata fortuna. Il precariato, la cosiddetta “flessibilità” mi stanno sfamando ! Mentre si inspessisce giornalmente la letteratura che concerne i NEET io sono l’esempio di un acronimo opposto che ancora non è stato inventato (si cercano proposte), lo YesMan de noantri … sia studio che lavoro. Ah, c’è sempre più gusto ad andare contro, corrente, a mio parere !

Ma il problema è che probabilmente basterà e questo lavoro non sarà una cosa passeggera … almeno, non quanto credevo io.  Come spiegavo a Giulietto via mail:

A) Ho scoperto che i miei genitori avevano messo da parte 12.000 euro per far studiare me e mia sorella e che nonostante io abbia loro chiesto milleequalcosa euro l’anno (tasse e libri) da quando mi sono trasferita, loro “non avevano pensato” ad implementare il montepremi. Quindi, secondo loro, io sarei dovuta vivere a Venezia e studiare senza lavorare, così alla fine del percorso di studi avrei avuto la bellezza di zero euro (perché 12.000:2=6000=quello che spendo io in un anno) per iscrivermi ad un master. PER FORTUNA CHE NON GLI HO MAI DATO RETTA !!! Adesso mi ritrovo tutti lì i 6000, per fortuna … ma nient’altro che quelli e il master meno caro che ho trovato costa 4900 euro SOLO DI TASSE !!! Ergo …

B) DEVO LAVORARE … ma non un partime tranquillo: nella peggiore delle ipotesi (leggasi la SOAS*) dovrò far cascare dal cielo circa altri seimila di tasca mia per pagare tutta la retta e vivere a Londra. E quindi giù a turni da dieci ore !

Ecco, devo confessare che a questo proposito mi sento abbastanza incompresa. Dai jenitros nati in tempo di boom economico che non si raccapezzano sulla gestione ottimale del denaro … al momento stanno cambiando il salotto, per dirne una, e le finestre in alluminio no. Ma anche dal coetaneo medio … Il 25enne disoccupato, il NEET, lo studente mantenuto e – mi sembra – rigorosamente tutte le categorie di cui io non faccio parte sono in buona compagnia. Io mi sento piuttosto sola. Sono pochissime le persone che capiscono e rispettano il mio modo di agire, così poche che forse anche il plurale è inappropriato … ma un mio simile qui a Venezia, qui in Italia, dal vivo, con cui confrontarsi sulle difficoltà comuni, non lo trovo proprio. E ci soffro un bel po’.

Come mi è spesso successo mi ritrovo a darmi una pacca sulla spalla, offrirmi un bicchierino o qualche vizietto e a ripetermi con tono pacato che le mie scelte hanno un senso, che sono giuste, che non potrei agire altrimenti senza fare profondamente torto alla mia natura e allo spirito dei miei 20 che giammai dev’essere tradito.

Ora vado, che attacco alle 11.30 e faccio due turni come ieri.

* prima o poi farò un post intitolato “Checcazzo studio”, così capirete tutta una serie di cose.

Annunci

16 responses to “Una vegetariana al tex-mex … HO UN LAVORO !

  1. Lotje ha detto:

    Ma quante ore fai in settimana? Io ho cominciato a lavorare accanto allo studio solo da quando avevo 25 anni e credevo che i miei non avrebberono dovuto pagare più per i miei studi. Da allora ho lavorato 16 ore nelle settimane e guadagnato 500 più o meno al mese.

  2. Bia ha detto:

    Tranquilla, non sei sola e non sei di sicuro l’unica. Io per fare l’università ho lavorato, ho anche “pulito i cessi”, qualsiasi cosa andava bene pur di guadagnarmi i soldi per studiare!

    • scassandralverde ha detto:

      Allora mi devo dare il tuo numero di telefono … per i momenti bui ! =)
      Epperò se parli al passato mi sa che sei più della generazione precedente, no ? Di quelli che ora sono sugli “enta” ne conosco diversi che si sono mantenuti da soli durante gli studi.
      E degli “enti” che ne ho davvero pochini e nessuno qui !

      • Bia ha detto:

        ehm ehm sì parlo al passato, ehm, passati anche gli enta, ehm…. 🙂 🙂 🙂
        Capisco quello che intendi sugli “enti”, credo che in molte unviersità potresti trovare gli studenti lavoratori (Parma ad esempio, ne ha tanti a tutt’oggi). Penso il problema non sia negli “enti”, ma nel tipo di università che frequenti… Venezia probabilmente, è frequentata soprattutto da figli di papà? (mera supposizione mia, senza alcun riscontro reale)

      • scassandralverde ha detto:

        La tua supposizione è abbastanza esatta.
        Al primo anno quando ho detto che lavoravo più di una persona mi ha chiesto sconcertata “e perché ?”. Quando è così vuol dire che quella persona ritiene che a 25 anni sia semplicemente ASSURDO lavorare. E a me sembra assurdo il contrario.

      • Bia ha detto:

        ti hanno chiesto PERCHE’?!?!?! E’ inconcepibile, davvero… vai dritta e a testa alta, sei grande!

      • scassandralverde ha detto:

        Grazie … abbraccio virtuale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sugar and Cinnamon

A wholefoods blog showing the sweeter side of healthy eating

IL CASALINGO MODERNO ATTO SECONDO

(HOMELESS EDITION) economia domestica ed educazione sentimentale di un disoccupato con prole

la tana del riccio

..with my own two hands..

Tranquillissimamente

consigli e idee per per una vita tranquilla

Vivere Sostenibile

Soluzioni per un nuovo modello di Vita. Scrivici le tue a info@viveresostenibile.net

parlareavanvera

i mille volti della comunicazione: tra viral e flop

girati

Vorrei fermarmi un attimo a respirare, posso?

Dad's the way I like it

From Scotland. Living in Wales. Multilingual and trying to multi-task.

Sotto il livello del mare

Blog di una olandesa

La Tana

" Ama il prossimo tuo come te stesso ". Perché pretendere da me tanto cinismo?

Circolo Città Futura

Pensare globalmente, agire localmente; nel V Municipio di Roma

Offresi lavoro, ma non troppo.

alla ventura nella terra dei cachi

E' scientificamente dimostrato

Posti del Cosmo dove non sono mai stato

Farfalle e trincee

Sulla Via della seta, tra crisi energetiche e crisi esistenziali

XI XI in Cina

Esperienze, racconti e stranezze nel celeste impero

Diario di un ansioso

L'ansia raccontata da chi ci convive

RECENSIONI FACCIALI

meno parole, più facce!

Soldato Kowalsky

Valtellina, Cina, quello che capita - Dal socialismo scientifico al socialismo nerd

domande

le domande vengono prima delle risposte

vitadapendolare

sembrano traversi(n)e ma sono opportunità

Minimoimpatto.com: le pratiche ecosostenibili

idee e consigli su come essere eco-logici nella vita quotidiana

angolo del pensiero sparso

voli pindarici sulla caleidoscopica umanità

Music For Travelers

One good thing about music, when it hits you, you feel no pain (Bob Marley)

amoleapi

Blog, api, gechi, fotografie,fiori, ricette, famiglia

ECOarcobaleno

Solo chi Sogna può cambiare il mondo.

chayudao

tea encounters

Una mamma green

Un blog per mamme (e non solo) sempre in cerca di se stesse. Un blog per mamme libere dai condizionamenti e in contatto con il proprio istinto autentico

Un cremonese in terra islandese

Un cremonese in terra islandese

SEW KATIE DID

because thread is the best glue.

Africans in China

Cultural research about Africans in Guangzhou, and beyond

Giardinaggio Irregolare

Chi scrive di giardini deve sempre avere il coraggio di dichiarare le proprie opinioni

Zone Errogene

Ogni lasciata è vinta

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Disorientamenti

Soleil cou coupé

FreeWordsTranslations

Best Quality, Fast and Professional Translations from English, French and Spanish to Italian

VETROCOLATO

I MIEI PENSIERI SONO DI VETRO COLATO, NON CI STANNO PIÙ CHIUSI IN UN CASSETTO

la Polirica

La scelta è sempre tra una peretta gigante e un panino alla merda, fin dall' inizio del mondo la partita si è sempre giocata tra una peretta gigante e un panino alla merda, solo loro hanno la faccia tosta per fare politica!

Roberto Chessa

live your dream

Segreti e virtù delle piante medicinali

Alla natura si comanda solo ubbidendole. Francis Bacon, Saggi, 1597/1625

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: