(forse) Si.Può.(ri)Fare!

Vivere da sola in Italia, a 25 anni, con 450 euro al mese e a impatto zero.

Il Postapposta: quale acqua è PIUMMEGLIO ?

su 25 luglio 2013
Mare vicino Grotta Azzurra
Vi metto di nuovo il mare degli Infreschi in apertura perchè si parla d’acqua !
I miei numerosissimi e affezionatissimi FANS non fanno che dare meravigliosi spunti a questo mio piccolo angolo di rete: grazie, siete impagabili almeno quanto me eqquindi né io né voi mangeremo mai sul SiPuòFare !
Epperò devo ringraziare il nostro celeberrimo Tea Mastah per aver dato l’abbrivio ad una nuova e pericolosa categoria: Il Postapposta ! Funziona così: voi mi lasciate/mandate un messaggino su un tema che vi sta a cuore, un argomento non trattato o uno di quelli – innumerevoli – che ho detto di voler trattare e che poi non ho più menzionato. Ecco qui la prima richiesta di una lunga serie:
Carissima,
come stai? Come procede la tua vacanza con i tuoi?
Io sono solo a casa questa settimana e un po’ si studia, un po’ faccio tirocinio.
Ti scrivo per porti un quesito di natura ecologica su cui penso tu possa aiutarmi! Come sai per il tè che bevo ho bisogno di acqua leggera e quella di Roma non lo è. Ci sono diversi modi per ottenerla e fin ora mi sono sempre affidato all’acqua in bottiglia, di cui però mi sono sempre sentito in colpa nei confronti dell’ambiente. Recentemente sono passato alle bottiglie biologiche (di quelle che si buttano nell’umido e si degradano “in 80 giorni”, dicono) pagando un po’ di più (una bottiglia costa 50 centesimi) ma recentemente ho realizzato che comprando una di quelle caraffe filtranti potrei risparmiare di più… ma non so quanto ne beneficerebbe il globo terrestre! Tu che sei informatissima, pensi siano più ecosostenibili le bottiglie biologiche o la caraffa filtrante con i filtri da cambiare mensilmente? Come si smaltiscono questi filtri poi? C’è qualcosa in commercio che sia eco-friendly?
 
Intanto ti mando un abbraccio e spero di rivederti presto! Abbiamo un’estate da cominciare io e te! 
 
Ciauuu
Fantastico. Tralasciando le informazioni sulle mi vacanze che il prode Alex ha ricevuto ieri accompagnandomi a comprare un orpello per il post della prossima settimana: la risposta è … non ne ho la più pallida idea ! Ma posso ricercarne ad hoc per il mio amichetto stupendissimo.
Vediamo per prima cosa QUANTO sono sane/ecologiche/economiche le nostre due varianti e poi cerchiamo eventuali alternative.
Acqua filtrata: una relazione del 2012 redatta dal Ministero della Sanità ha bocciato l’uso delle caraffe filtranti per una serie di motivi. In primis si sono occupati di escludere una aumento di “purezza” dell’acqua filtrata perché i filtri non fanno che modificare le proprietà organolettiche del liquido trattenendo una serie di minerali che servono all’organismo e rilasciando ammonio che, a lungo andare altera anche l’effettiva potabilità dell’acqua, quindi bisognerebbe cambiare i filtri con una certa frequenza. Le prescrizioni del Ministero per l’adeguamento dei filtri sono state sancite circa un anno fa … emmò ? Ne avevano fatta una biodegradabile nel 2011, ma non ha passato il test … ora ce n’è una con il filtro compostabile prodotta in America dalla Soma, ma deve arrivare da laggiù e oltre al filtro è fatta di plastica alimentare biodegradabile che viene prodotta in Malesia e poi se ne torna volando negli USA. Insomma, poco sane e difficilmente verdi … senza contare che l’iniziale spesa di una ventina d’euro viene rincarata ogni due mesi circa per il cambio di filtro.
Acqua in bottiglie biologiche: sembrano la soluzione a tutti i mali del mondo. Tuttavia vorrei segnalare questo articolo che smaschera – e non è il solo – almeno parzialmente la sostenibilità del prodotto. Il problema principale è lo smaltimento di questo materiale sconosciuto alla maggior parte degli impianti e che non si può classificare né come plastica né come compost. Non mi risulta che esistano bottiglie in plastica riciclata, che sarebbero già ben più accettabili …
Altro
Il fagiolo d’acqua: un’azienda giappa ha brevettato un filtro biodegradabile che si inserisce direttamente nelle bottigliette o nelle borracce, dura sei mesi e … non è ancora stato messo in produzione per carenza di fondi. Ma potete aiutarli anche con solo due euro ancora per 25 giorni su indiegogo.
Le resine a scambio ionico: esistono, servono per rendere l’acqua meno “dura” ma non sono riuscita a raccapezzarmi sui costi e l’effettica “verdità” … però so che non si tratta di soluzioni definitive perchè vanno anche queste cambiate alcune volte al mese.
Quindi la questione è tutt’altro che conclusa. Come al solito c’è da considerare la soluzione meno peggiore a fronte dell’inesistenza di quella migliore. Tuttavia ci può forse tornare utile l’arte del compromesso: si può decidere si usare una di queste soluzioni incomplete per i tè che lo “richiedono” e  l’acqua di rubinetto per i tè meno pregiati o per quelli con un profilo più deciso che può quindi “coprire” il retrogusto minerale dell’acqua romana … insomma, si può fare il possibile in attesa che qualcuno ci dia la possibilità di fare la scelta migliore.
Oppure, Ale-caro, data la tua naturale inclinazione ed eccellenza nella scienza … potresti pensarci tu !
Annunci

6 responses to “Il Postapposta: quale acqua è PIUMMEGLIO ?

  1. drleukocyte ha detto:

    Bella fregatura questa che le “bottiglie bio” non siano riconosciute come tali al momento della selezione in discarica e che, quindi, siano smistate di nuovo nella plastica! Quello che mi viene in mente è di cominciare lo smaltimento delle bottiglie bio in casa, così da renderle irriconoscibili come plastica. Quindi farle a pezzi per aumentare la loro superficie (e quindi la velocità di smaltimento) e metterle in una busta chiusa con un po’ di terra umida. Pestare tutto e lasciare riposare per 80 giorni, alla fine dei quali mi aspetto che quei pezzi di plastica siano diventati un materiale amorfo molle e chiaramente “umido”, se non del tutto irriconoscibili con la terra. Questo finché non risolvano questo problema alla discarica. Proverò e ti dirò!
    Grazie cara! ❤

  2. Lotje ha detto:

    In Olanda sempre dal rubinetto per fortuna!

  3. alice ha detto:

    Heilà! Non avete considerato un’altra opzione: le bottiglie di vetro! Noi di acqua ne beviamo assai,ma la mia mamma compra sempre la goccia di carnia (sgorgata e imbottigliata in prov di ud, noi viviamo a pn: pochi km anzi km0!), rigorosamente in vetro! Poi si ritornano i vuoti quindi oltre a km0, anche a rifiuti zero (tranne il tappo di plastica chepperò si raccoglie per beneficenza). Questo perché noi siamo viziati e la beviamo frizzante 😀 io il te lo fo con quella di rubinetto (non credo noterei la differenza!!!)
    Buone vacanze economiche ed ecologiche!

    • scassandralverde ha detto:

      Eh, ma a Roma non siamo così efficienti, purtroppo … in più ci sono delle fonti dove vai e ti prendi l’acqua con le tue bottiglie … ma a quanto ne so si tratta di acqua frizzante o proveniente comunque dalla stessa falda e quindi simile a quella del rubinetto. Grazie comunque per il contributo !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sugar and Cinnamon

A wholefoods blog showing the sweeter side of healthy eating

IL CASALINGO MODERNO ATTO SECONDO

(HOMELESS EDITION) economia domestica ed educazione sentimentale di un disoccupato con prole

la tana del riccio

..with my own two hands..

Tranquillissimamente

consigli e idee per per una vita tranquilla

Vivere Sostenibile

Soluzioni per un nuovo modello di Vita. Scrivici le tue a info@viveresostenibile.net

parlareavanvera

i mille volti della comunicazione: tra viral e flop

girati

Vorrei fermarmi un attimo a respirare, posso?

Dad's the way I like it

From Scotland. Living in Wales. Multilingual and trying to multi-task.

Sotto il livello del mare

Blog di una olandesa

La Tana

" Ama il prossimo tuo come te stesso ". Perché pretendere da me tanto cinismo?

Circolo Città Futura

Pensare globalmente, agire localmente; nel V Municipio di Roma

Offresi lavoro, ma non troppo.

alla ventura nella terra dei cachi

E' scientificamente dimostrato

Posti del Cosmo dove non sono mai stato

Farfalle e trincee

Sulla Via della seta, tra crisi energetiche e crisi esistenziali

XI XI in Cina

Esperienze, racconti e stranezze nel celeste impero

Diario di un ansioso

L'ansia raccontata da chi ci convive

RECENSIONI FACCIALI

meno parole, più facce!

Soldato Kowalsky

Valtellina, Cina, quello che capita - Dal socialismo scientifico al socialismo nerd

domande

le domande vengono prima delle risposte

vitadapendolare

sembrano traversi(n)e ma sono opportunità

Minimoimpatto.com: le pratiche ecosostenibili

idee e consigli su come essere eco-logici nella vita quotidiana

angolo del pensiero sparso

voli pindarici sulla caleidoscopica umanità

Music For Travelers

One good thing about music, when it hits you, you feel no pain (Bob Marley)

amoleapi

Blog, api, gechi, fotografie,fiori, ricette, famiglia

ECOarcobaleno

Solo chi Sogna può cambiare il mondo.

chayudao

tea encounters

Una mamma green

Un blog per mamme (e non solo) sempre in cerca di se stesse. Un blog per mamme libere dai condizionamenti e in contatto con il proprio istinto autentico

Un cremonese in terra islandese

Un cremonese in terra islandese

SEW KATIE DID

because thread is the best glue.

Africans in China

Cultural research about Africans in Guangzhou, and beyond

Giardinaggio Irregolare

Chi scrive di giardini deve sempre avere il coraggio di dichiarare le proprie opinioni

Zone Errogene

Ogni lasciata è vinta

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Disorientamenti

Soleil cou coupé

FreeWordsTranslations

Best Quality, Fast and Professional Translations from English, French and Spanish to Italian

VETROCOLATO

I MIEI PENSIERI SONO DI VETRO COLATO, NON CI STANNO PIÙ CHIUSI IN UN CASSETTO

la Polirica

La scelta è sempre tra una peretta gigante e un panino alla merda, fin dall' inizio del mondo la partita si è sempre giocata tra una peretta gigante e un panino alla merda, solo loro hanno la faccia tosta per fare politica!

Roberto Chessa

live your dream

Segreti e virtù delle piante medicinali

Alla natura si comanda solo ubbidendole. Francis Bacon, Saggi, 1597/1625

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: