(forse) Si.Può.(ri)Fare!

Vivere da sola in Italia, a 25 anni, con 450 euro al mese e a impatto zero.

Guida striminzita alla tecnologia eco-cheap …Kindle sorpresa !

su 5 luglio 2013
Hippie kindle ci prova con la sua Mrs Robinson

Questo è il mio hippie-kindle che si approccia a una omologa Mrs. Robinson incontrata in libreria …

>>Io amo i nerds<<

Abbiamo aperto parzialmente questo capitolo quando ho inveito contro la Nokia sparlottando un po’ di cellulari e smartphone vari. Oggi che ho comprato il Kindle, mi pare giunto il momento di approfondire il tema delle moderne tecnologie.

Ma come hai comprato il Kindle ? Gesùssanto ! Ti sei messa a dare i soldi ad Amazon – una multinazionale delle più merdose – per comprare un oggetto ad alto tasso di schiavismo sinico e di coltan … per non parlare del prezzo ! Ma cazzosanto. E ora andrai a mangiarti il quarterpound dal Mc, indosserai un paio di Nike, ti farai l’Iphone, diventerai macchina-dipendente … NUUUU !

Karmacoma: l’ho preso usato ! A parere dei misuratori di footprint e di svarie altre fonti attendibili che non sto ad elencare perché questo è un blog e non l’ultimo numero di Wired, gli ammennicoli high-tech e low-tech, così come i vestiti e mooolta altra robba, sono ecologicamente “smmortizzati” se di seconda mano. Essùvvia: vi pare che mi sputtano a un mese da “LA FINE” ? Ebbene, non solo non mi sputtano, ma come al solito ci ricarico sù: l’ho pagato cinquanta euro e ci ho guadagnato un pranzo e un caffè da uno sconosciuto molto simpatico che ha ricevuto in regalo la “versione nuova”. Le forme alternative di commercio – quelle dello sharing, quelle del B2B – pagano sempre anche a livello sociale e di grasse risate.

Ebbene, parliamo quindi delle moderne tecnologie che, almeno in taluni casi sembrano giunte per farci risparmiare tempo, denaro e varie ed eventuali. Ad esempio, l’oggetto che ho acquistato oggi l’ho preso perchè ho rischiato svariate ernie portando tonnellate di libri in valigia, nonostante ne avessi lasciata una pila della mia statura – non molto in termini assoluti, ma molto in termini relativi – a Venezia. Forse se avessi pagato io i libri dell’università sarei giunta prima alla conclusione di essere effettivamente abbastanza facilitata da questo oggetto da poter considerare l’opzione di acquistarne uno. Ma concedetemela ancora un po’ di piccolinitudine.

Ma ecco qui la mia personale ode ai nerd di tutto il mondo: la Skimpy-Guide alle Moderne Tecnologie !

1. Computer: sì, serve. Senza non potrei prenotare i viaggi su Blablacar, usare Skype per sentire erasmus ed espatriati vari, consultare Santa Internet per informarmi sulla vita, l’universo e tuttoquanto … Sia io che altri simpatizzanti salvatori del mondo, abbiamo cercato pc usati con scarso risultato. Questo non significa che non valga la pena di tentare: ricordiamo che i meravigliosi nerd sono al mondo per procurarci moderne tecnologie usate per un paio di mesi e tenute come non terranno mai una donna. Parlo per esperienza personale avendone frequentati  ben due in tempi non sospetti. La guida al consumo di Greenpeace continua imperterrita a non essere aggiornata ma, nel lontano 2010 pare che l’azienda produttrice di laptop (più piccoli e meno ciucciaenergia) meno dannosa fosse l’HP … chepperò costa un boato. Se volete fare i fighi triturateci anche sopra dello scalogno, ma imbottitelo con un software libero, tema di cui discorreremo in seguito … ovvero quando Abba non sarà più ostaggio del menù vegetariano a me dedicato. In ogni caso, alcune lungimiranti aziende iniziano a venirci incontro, è il caso del pc in cartone riciclato.

2. Riproduttori musicali: anche qui le versioni ecologiche non mancano, tutto sommato anche abbastanza cheap per quanto riguarda le versioni portatili. In merito allo stereo, che per me è un oggetto piuttosto indispensabile essendo una fanatica del progressive, esiste la sempiterna possibilità di trovarne uno usato e a buon mercato. Si noti bene che gli auricolari, le cuffie isolanti e le casse esistono – e sono facilmente reperibili – anche in cartone riciclato e in legno.

3. Robot da cucina prima dei 50 anni = morte. Esistono fondamentalmente due indirizzi ideologici per quanto riguarda gli utensili da cucina: quello de mi’ madre e quello de mi’ socera. Mi’ madre fa TUTTO con un coltellino Opinel che ha una lama di quattro centimetri … and so do I. Mi’ socera ha un utensile per ogni funzione immaginabile – roba da pelapatate e pelacarote distintamente utilizzati e riposti – più un robot da cucina high-tech. Quando l’ho conosciuta aveva anche un frigo gigante e un pozzetto freezer nel seminterrato benchè in casa fossero solo in tre … erano i reflussi del boom economico anni ’50-’60, lo stesso che colpisce mi’ madre in presenza di scarpe.

4. (ed ecco appunto) Il frigo e gli elettrodomestici della cucina: questi vale la pena prenderli nuovi perchè esiste una gradazione di ecologicità ed efficienza energetica in merito – gli A+++++ sono +++++ verdi. D’altra parte è il caso di moderarsi ponderando l’effettiva utilità degli stessi: le lavatrici esistono di varie misure, così come i frigoriferi, che potrebbero tranquillamente stare spenti e fungere da dispensa per la maggior parte dell’anno. Per quanto riguarda la lavastoviglie, credo che non valga la pena di averla se non si è almeno in quattrocinque a casa … ma il tutto è chiaramente opinabile. Certo, ho testato personalmente che l’aspirapolvere da Roma in sù è evitabile.

5. Home video: la tv no e quindi nemmeno il lettore dvd. Investire in un proiettore usato con settofrigorifero ecologicotto casse di misure assortite non sarebbe malaccio … ma quello ha senso per i pazzoidi cinefili come me …

6. Se la vostra casa è alimentata “verdemente” potete comprarvi quasi qualsiasi stronzata nerd senza rimorsi … Ricaricando alcune delle suddette stronzate con pannellini pass-par-tout il grosso del lavoro è fatto. In particolare se se ne fa un uso moderato ed accorto.

7. L’inutilità è: tv, micro-onde, asciugacapelli, gli scaldini da bagno, circa tutto ciò che finisce in -ice e sta in cucina, la piastra per capelli, la “play” e simili, il silkepil promotore di infiniti peli incarniti, il mondo I, spazzolino elettrico … il buon senso un tanto al chilo.

Annunci

2 responses to “Guida striminzita alla tecnologia eco-cheap …Kindle sorpresa !

  1. lepaginestrappate ha detto:

    Non sono d’accordissimo con la lista di inutilità… secondo me ogni cosa ha un suo “riscatto” a seconda di come la usi. Compresa la televisione 🙂
    Compreso il refrigeratore in garage, che ci permette acquisti complessivi di carne biologica da produttore, e di conservare tantissimi prodotti del nostro orticello e giardino per l’inverno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sugar and Cinnamon

A wholefoods blog showing the sweeter side of healthy eating

IL CASALINGO MODERNO ATTO SECONDO

(HOMELESS EDITION) economia domestica ed educazione sentimentale di un disoccupato con prole

la tana del riccio

..with my own two hands..

Tranquillissimamente

consigli e idee per per una vita tranquilla

Vivere Sostenibile

Soluzioni per un nuovo modello di Vita. Scrivici le tue a info@viveresostenibile.net

parlareavanvera

i mille volti della comunicazione: tra viral e flop

girati

Vorrei fermarmi un attimo a respirare, posso?

Dad's the way I like it

From Scotland. Living in Wales. Multilingual and trying to multi-task.

Sotto il livello del mare

Blog di una olandesa

La Tana

" Ama il prossimo tuo come te stesso ". Perché pretendere da me tanto cinismo?

Circolo Città Futura

Pensare globalmente, agire localmente; nel V Municipio di Roma

Offresi lavoro, ma non troppo.

alla ventura nella terra dei cachi

E' scientificamente dimostrato

Posti del Cosmo dove non sono mai stato

Farfalle e trincee

Sulla Via della seta, tra crisi energetiche e crisi esistenziali

XI XI in Cina

Esperienze, racconti e stranezze nel celeste impero

Diario di un ansioso

L'ansia raccontata da chi ci convive

RECENSIONI FACCIALI

meno parole, più facce!

Soldato Kowalsky

Valtellina, Cina, quello che capita - Dal socialismo scientifico al socialismo nerd

domande

le domande vengono prima delle risposte

vitadapendolare

sembrano traversi(n)e ma sono opportunità

Minimoimpatto.com: le pratiche ecosostenibili

idee e consigli su come essere eco-logici nella vita quotidiana

angolo del pensiero sparso

voli pindarici sulla caleidoscopica umanità

Music For Travelers

One good thing about music, when it hits you, you feel no pain (Bob Marley)

amoleapi

Blog, api, gechi, fotografie,fiori, ricette, famiglia

ECOarcobaleno

Solo chi Sogna può cambiare il mondo.

chayudao

tea encounters

Una mamma green

Un blog per mamme (e non solo) sempre in cerca di se stesse. Un blog per mamme libere dai condizionamenti e in contatto con il proprio istinto autentico

Un cremonese in terra islandese

Un cremonese in terra islandese

SEW KATIE DID

because thread is the best glue.

Africans in China

Cultural research about Africans in Guangzhou, and beyond

Giardinaggio Irregolare

Chi scrive di giardini deve sempre avere il coraggio di dichiarare le proprie opinioni

Zone Errogene

Ogni lasciata è vinta

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Disorientamenti

Soleil cou coupé

FreeWordsTranslations

Best Quality, Fast and Professional Translations from English, French and Spanish to Italian

VETROCOLATO

I MIEI PENSIERI SONO DI VETRO COLATO, NON CI STANNO PIÙ CHIUSI IN UN CASSETTO

la Polirica

La scelta è sempre tra una peretta gigante e un panino alla merda, fin dall' inizio del mondo la partita si è sempre giocata tra una peretta gigante e un panino alla merda, solo loro hanno la faccia tosta per fare politica!

Roberto Chessa

live your dream

Segreti e virtù delle piante medicinali

Alla natura si comanda solo ubbidendole. Francis Bacon, Saggi, 1597/1625

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: