(forse) Si.Può.(ri)Fare!

Vivere da sola in Italia, a 25 anni, con 450 euro al mese e a impatto zero.

Vacanze Romane: Il settalogo dello studente in collaborazione editoriale con un professore.

su 17 marzo 2013

PLAY>Sono arrivata a Roma lunedì pensando che sarei ripartita oggi, invece rimarrò per un’altra settimana.<PLAY

Un mio amico molto caro che ho ritrovato proprio questa settimana mi ha detto “Che vita movimentata, mi sento stanco per te !”. Allora, ho riflettuto per l’ennesima volta sul fatto che i ritmi della mia vita sono sempre stati fortemente bipolari: rischio di perdere – clinicamente – un amico e invece perdo il lavoro e ritrovo un amico di vecchia data; perdo il lavoro e trovo un nuovo lavoro per l’estate ma mi scompare il ciclo; trovo il lavoro estivo e rischio di perdere i compensi per un lavoro a cui ho dato circa tutto ciò che avevo negli ultimi due anni ma ricompare il ciclo; recupero i compensi imparando il diritto contrattuale in tre giorni e capisco che varrà davvero la pena di cambiare facoltà ma resto una settimana in più a Roma per la laurea di alcuni amici e lo spettacolo teatrale di altri …

Ed Harry di Harry ti presento Sally è appena arrivato alla festa di Capodanno con Sally che ha il vestito colo carta da zucchero … Ti amo quando hai freddo e fuori ci sono 30 gradi …

Ecco perchè ho deciso di aprire il post con una canzone e un video così pacifico che mi restituisce i 12 anni che ho perso negli ultimi tre giorni … e di servire A PARTE un trentalogo che mi avrebbe risparmiato questa esperienza più italiana della pizza, che però si è conclusa bene.

1. Non vi fidate: del professore, della casa editrice, degli assistenti del professore e degli eventuali collaboratori esterni. Se vi fosse possibile evitare di fidarvi anche di voi stessi sarebbe piuttosto auspicabile.

2. Fate un investimento: create un account di Posta Elettronica Certificata (PEC), bastano 6 euro. Procuratevi il simpatico aggeggio per apporre la firma digitale ai files e alle e-mail (circa 30 euro).

3. Esigete patti chiari da subito: il prima possibile stipulate una scrittura privata con le parti in causa in cui si stabiliscano i ruoli – autori, collaboratori, revisori di bozze ecc. – e i tempi del lavoro che dovete svolgere voi e che devono svolgere gli altri.

4. Esigete una comunicazione trasparente da subito: se non viene prodotto un documento di delega scritto e controfirmato dagli interessati, la casa editrice – o i suoi referenti ufficiali – è tenuta a comunicarvi qualsivoglia informazione direttamente e non può confidare in comunicazioni pervenute da voi a loro per mezzo di terzi. Effettuate in proposito una richiesta ufficiale alla casa editrice ed ai suoi eventuali intermediari, inserendo in CC anche i vostri collaboratori ed il professore.

5. Esigete un contratto di lavoro da subito: stalkerate la casa editrice perchè si stipuli il contratto il prima possibile in tante copie ufficiali quanti sono i contraenti ed esigete che la firma sia apposta da tutti i contraenti nello stesso momento in presenza di un referente ufficiale della casa editrice. Ovviamente, prima di firmare il contratto leggetelo e se c’è qualcosa di poco chiaro cercate di venirne a capo, meglio se con una persona che ne sà di leggi. Una volta firmato il contratto questo non può essere modificato senza il consenso di tutte le parti, ma occorre allegare ad esso una scrittura privata – sempre una copia ciascuno – in cui si stabilisce dove verranno apposti i nomi di ciascun collaboratore in fase di pubblicazione, in che ordine e con che titolo.

6. Documentate TUTTO: ogni cosa che inviate deve passare per PEC ed ogni vostro “prodotto esclusivo” deve essere firmato digitalmente per assegnare e certificare la vostra proprietà su quanto inviato. Ogni comunicazione, ufficiale e non, tra voi, la casa editrice e i vostri collaboratori deve essere inviata via PEC.

7. Stabilite un rapporto paritario: indipendentemente dalla vostra età i vostri diritti non possono e non devono essere lesi da qualsivoglia istituzione (editoriale, accademica o giuridica che sia). Rigettate tutte le discussioni paragiuridiche che utilizzino come perno il “Si fa così”, “Si è sempre fatto” o “Di solito succede che”. Personalmente ho trovato la seguente formula molto efficace:

“Si, sono consapevole di avere 24 anni e di essere nata proprio in Italia … ma esiste un pezzo di carta piuttosto voluminoso che si chiama Diritto Contrattuale e noi non possiamo non tenerne conto.”

Io da grande voglio fare la SCASSAMINGHIA.

Annunci

6 responses to “Vacanze Romane: Il settalogo dello studente in collaborazione editoriale con un professore.

  1. Miomone ha detto:

    Sono fiero di te, anche se preoccupato

  2. Silvia ha detto:

    Buongiorno,
    Ti contatto tramite commento perché non ho trovato altro modo per farlo.
    Vorrei farti conoscere il servizio Paperblog, http://it.paperblog.com che ha la missione di individuare e valorizzare i migliori blog della rete. I tuoi articoli mi sembrano interessanti per i lettori del nostro magazine e mi piacerebbe che tu entrassi a far parte dei nostri autori.

    Sperando di averti incuriosito, ti invito a contattarmi per ulteriori chiarimenti,

    Silvia

  3. Gauss73 ha detto:

    Sono io quello citato all’inizio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sugar and Cinnamon

A wholefoods blog showing the sweeter side of healthy eating

IL CASALINGO MODERNO ATTO SECONDO

(HOMELESS EDITION) economia domestica ed educazione sentimentale di un disoccupato con prole

la tana del riccio

..with my own two hands..

Tranquillissimamente

consigli e idee per per una vita tranquilla

Vivere Sostenibile

Soluzioni per un nuovo modello di Vita. Scrivici le tue a info@viveresostenibile.net

parlareavanvera

i mille volti della comunicazione: tra viral e flop

girati

Vorrei fermarmi un attimo a respirare, posso?

Dad's the way I like it

From Scotland. Living in Wales. Multilingual and trying to multi-task.

Sotto il livello del mare

Blog di una olandesa

La Tana

" Ama il prossimo tuo come te stesso ". Perché pretendere da me tanto cinismo?

Circolo Città Futura

Pensare globalmente, agire localmente; nel V Municipio di Roma

Offresi lavoro, ma non troppo.

alla ventura nella terra dei cachi

E' scientificamente dimostrato

Posti del Cosmo dove non sono mai stato

Farfalle e trincee

Sulla Via della seta, tra crisi energetiche e crisi esistenziali

XI XI in Cina

Esperienze, racconti e stranezze nel celeste impero

Diario di un ansioso

L'ansia raccontata da chi ci convive

RECENSIONI FACCIALI

meno parole, più facce!

Soldato Kowalsky

Valtellina, Cina, quello che capita - Dal socialismo scientifico al socialismo nerd

domande

le domande vengono prima delle risposte

vitadapendolare

sembrano traversi(n)e ma sono opportunità

Minimoimpatto.com: le pratiche ecosostenibili

idee e consigli su come essere eco-logici nella vita quotidiana

angolo del pensiero sparso

voli pindarici sulla caleidoscopica umanità

Music For Travelers

One good thing about music, when it hits you, you feel no pain (Bob Marley)

amoleapi

Blog, api, gechi, fotografie,fiori, ricette, famiglia

ECOarcobaleno

Solo chi Sogna può cambiare il mondo.

chayudao

tea encounters

Una mamma green

Un blog per mamme (e non solo) sempre in cerca di se stesse. Un blog per mamme libere dai condizionamenti e in contatto con il proprio istinto autentico

Un cremonese in terra islandese

Un cremonese in terra islandese

SEW KATIE DID

because thread is the best glue.

Africans in China

Cultural research about Africans in Guangzhou, and beyond

Giardinaggio Irregolare

Chi scrive di giardini deve sempre avere il coraggio di dichiarare le proprie opinioni

Zone Errogene

Ogni lasciata è vinta

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Disorientamenti

Soleil cou coupé

FreeWordsTranslations

Best Quality, Fast and Professional Translations from English, French and Spanish to Italian

VETROCOLATO

I MIEI PENSIERI SONO DI VETRO COLATO, NON CI STANNO PIÙ CHIUSI IN UN CASSETTO

la Polirica

La scelta è sempre tra una peretta gigante e un panino alla merda, fin dall' inizio del mondo la partita si è sempre giocata tra una peretta gigante e un panino alla merda, solo loro hanno la faccia tosta per fare politica!

Roberto Chessa

live your dream

Segreti e virtù delle piante medicinali

Alla natura si comanda solo ubbidendole. Francis Bacon, Saggi, 1597/1625

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: