(forse) Si.Può.(ri)Fare!

Vivere da sola in Italia, a 25 anni, con 450 euro al mese e a impatto zero.

Ricetta bomba per hennè + considerazioni sui capelli

su 10 ottobre 2012

Il rosso parla da sè

– henné comprato a peso in erboristeria a pochi euro

– tè nero pu’er in foglie (per me mezza tazza), sempre in erboristeria

– due cucchiai d’aceto bianco ogni mezza tazza di tè, al discount

Secondo una “femmina del mio tempo” di media istruzione, medio reddito e media taglia, la questione “capelli” è fondamentale almeno quanto la questione “sopravvivenza della specie” … anzi, a ben guardare lo è molto di più. Essa HA BISOGNO di : un’asciuga capelli, una piastra, una spazzola, un pettine, innumerevoli fermagli ed elastici, uno schampoo, un balsamo, una maschera, un olio, una tinta e, a scelta spuma/lacca/gel. Questo bisogno è chiaramente indotto da una serie di fattori “sciupaDonne” – e non femmine – appositamente studiati dai simpatici smaneggioni dell’industria cosmetica mondiale:

“Cara femmina, sei venuta al mondo per sedurre e, di conseguenza, procreare. Niente più. E siccome sei spaventata, ignorante come un’oca e ti vergogni di te stessa, perchè te lo abbiamo insegnato noi, ecco qui la cura: tu seduci tramite il tuo corpo, in particolare i capelli, i tuoi capelli sono secchi/grassi/crespi/forforosi/sciupati o al massimo ricci o lisci. In ogni caso: vergognati ! E poi ingrassali/seccali/idratali/depurali/nutrili, o al massimo allisciali o arricciali. E quando saranno idratati ti diremo che sono grassi, è quando saranno secchi ti diremo di reidratarli. Quando li avrai lunghi ti diremo che cadono e ti daremo la soluzione, e poi andrai dal parrucchiere a tagliarli di due centimentri perhè crescano più in fretta … TUTTO, TUTTO, TUTTO purchè arrivino i dividendi a fine mese e purchè non u non abbia neanche l’occasione di ragionare sul senso di questo o di un’altro delle miriadi di processi denigranti che ti costringono a non goderti la vita mai e poi mai se non funzione dell’uomo, del genitore o del figlio. Purchè si crepi pettinati !”

Un bel respiro. Ho la gratuita fortuna di essere una Donna, anzichè una femmina. E mi permetto di esprimere un’opinione sui capelli: non servono a un beato cazzo. Per anni non gli ho davvero trovato un senso: mi facevano dei gran bei complimenti, come se fosse un merito averli lunghi, o lucidi occhennesò. Di quello che c’era sotto il cuoio capelluto, dentro il cranio … anche chi se ne frega. Se ti droghi, vuoi fare il magistrato, hai intenzione di andare in Cile a fare volontariato, vuoi divorziare, stai aspettando una promozione sul lavoro … di quello che sei … nun ce ne po’ fregàdde meno. Per me che ho quasi sempre avuto amici, vicini di casa e cugini maschi è stato evidente da subito: i ragazzini erano sempre spronati a fare cose interessanti e stimolanti, ad andare oltre i loro limiti, a tentare, a fare gruppo, a spronarsi a vicenda, ad esplorare … forse è per questo che fin dall’asilo ho scelto sempre di unirmi alle loro scorrerie per prati piuttosto che pettinare bambole e lisciarmi il vestito.

Così è venuto fuori questo ibrido libertino, bestemmiatore e dedito ai piaceri terreni più che mai e che, fondamentalmente, crede che la maggior parte delle femmine del Primo Mondo dovrebbe dimostrare amor proprio, autocontrollo, dignità e prontezza d’animo. Il mio modello di cura dei capelli è solo un esempio di rifiuto delle necessità indotte che ci rendono seriamente schiave delle noi stesse che ci vorrebbero imporre di essere.

E il modello in questione è il seguente. Per me i capelli servono a questo.

In breve: esistono associazioni al mondo, la più “vicina” delle quali è proprio quella che vedete nel link, che raccolgono i capelli e ne fanno parrucche per bambini e ragazzi malati di cancro o che per qualsiasi ragione stanno perdendo i capelli o li hanno persi. Per me che non posso donare sangue perchè peso meno di 50 chili, nè soldi perchè non ne ho, è stata una grandissima scoperta !

I capelli, in quanto dono, devono essere tenuti in salute senza modificare la loro struttura: niente tinte chimiche, permanenti, stiraggi o trattamenti invasivi. In più devono raggiungere una lunghezza minima di 20 centimetri, per poi essere inviati via posta insieme all’apposito modulo, e dunque devono crescere piuttosto in fretta. Ad esempio: io ho donato la mia trecciona di 35 centimetri a settembre dell’anno scorso, e ora ho i capelli che vedete nella foto … quindi ci vorranno anni prima della prossima donazione !

Nel frattempo cerco di far sì che il peso dei miei capelli sull’ambiente e sul portafogli sia minimo:

1. Parrucco: li taglio da sola – se ci riesco io può farcela chiunque – li asciugo al sole d’estate e leggendo seduta contro il termosifone d’inverno. Li tingo ogni circa due mesi con l’henné perchè è ristrutturante, disinfettante e mi aiuta a combattere la psoriasi che ho dietro la nuca. Li pettino con le mani o – ma solo quando li lavo – con un pettine di legno a denti larghi, così ne perdo meno. Niente asciugacapelli, niente spazzole, niente piastra, niente spuma, niente gel, niente lacca. Li tengo sciolti, intrecciati, o con il mollettone antisesso. Uso l’olio di argan quando vado al mare.

2. Igiene(si, forse andava sopra): li lavo meno che posso con uno shampoo che si applica sui capelli asciutti e va semplicemente sciacquato ed è biodegradabile al 90%. Quando questo sarà finito, però ho intenzione di cercarne uno completamente biodegradabile. Niente balsamo, niente crema.

Annunci

21 responses to “Ricetta bomba per hennè + considerazioni sui capelli

  1. ilmiogattolodovevochiamarepascal ha detto:

    Non credo che esista un pensiero che mi rappresenti più di questo…mi rappresenta di più di quanto io stessa credessi prima di leggerlo! Poi quanto si possa essere orgogliosi che al mondo esista un tale essere umano con la C maiuscola non lo posso proprio quantificare (C sta per cervello)..:)..grazie e keep rockin!!!!!!!!perchè solo il rock ci salverà!!

    • scassandralverde ha detto:

      No, il C ce l’hai di più tu … o se non altro il senso di immedesimazione ! Adoro gli uomini femministi !

      • ilmiogattolodovevochiamarepascal ha detto:

        ma ti pare..ma soprattutto si vedono le micropustole dove s’è depilata la topa??

      • scassandralverde ha detto:

        Ma sai quanti punti totalizzi conoscendo quel film e citandolo ???
        Scommetto che sei andato in Polonia con una Panda senza rompere il cazzo a nessuno.

  2. Miomone ha detto:

    Io uso il balsamo anche se non sono donna, posso?

    • scassandralverde ha detto:

      Solo se l’anno prossimo, quando la tua chioma raggiungerà i 20 centimetri, te la farai intrecciare e tagliare dalla tua SCassandramaroni e lascerai che lei (io) la spedisca nel Michigan.

      • Miomone ha detto:

        non so se dopo tutto questo sforzo per farli crescere, me li taglierò molto facilmente….facciamo che alla treccia da 40 ne taglierò 20

      • scassandralverde ha detto:

        Andata.
        Però voglio documentare l’avvenimento ! =)

  3. ilmiogattolodovevochiamarepascal ha detto:

    Ma dai lo conosci pure tu??credevo di essere uno dei pochi che l’hanno visto e non lo disprezzano..stavo girando su youtube e ho visto che i commenti alle battute di bart denotano una scarsa evoluzione del C..tipo che stiamo ancora fra la Pietra e il Bronzo..uno lo deve semplicemente amare..non credi?..comunque una che si chiama simona verde ha caricato il film completo, nel caso non avessi il dvd a portata di mano perchè, chessò, l’hai prestato a qualcuno che non te l’ha ridato! in ogni caso io faccio un salto in libreria..ciao!

  4. Miomone ha detto:

    bon, io spengo il pc. Ciao ciao, ti amo, sogni d’oro

  5. eleonora ha detto:

    Ciao io pure ho abolito il balsamo perche’ ho scoperto che sporcava/rovinava i capelli e sono passata all’henne da pochi mesi, e mi trovo benissimo!! io uso succo di limone invece di aceto + the ma provero’ la tua super ricetta!! E i capelli ci stanno guadagnando alla grande stanno molto meglio sono piu morbidi e cosi’ via :))) Spettacolo!

  6. ecoquotidiano ha detto:

    bello il tuo blog! Grande idea quella di regalare i capelli. non sapevo si potesse fare.Purtroppo non li ho abbastanza lunghi per donarli. Se cerchi una soluzione economica e eco allo shampoo prova la farina di ceci. Basta mescolarla con l’acqua. Funziona. E poi risciaquo con acqua e aceto di mele al posto del balsamo 🙂

    • scassandralverde ha detto:

      Grazie !
      Sì, la farina di ceci l’ho provata, ma normalmente, se trovo alternative italiche a basso impatto in commercio mi piace sovvenzionare quelle aziende – spesso molto piccole – che si prendono la briga di sfornare prodotti decenti !!! =)

  7. Cristina ha detto:

    Io quasi sicuramente perderò i capelli tra 10-15 giorni, a causa della chemio. Hai una parola anche per me? Il tuo post mi ha colpito molto, cercato che non sia il momento giusto (per me…).
    Ciao!

  8. mario ha detto:

    Ciao
    Ho intenzione di tagliarsi i capelli, già da tempo pensavo di donarli a qualche associazione ma, ora che mi sto informando via internet, mi sono accorto che non ci sono associazioni italiane ma soltanto statunitensi; mi puoi dare qualche consiglio su come muovermi x fare questa donazione? Non ci sono parrucchieri associati dove poter andare delegando cosi la fase di spedizione? Grazie!

    • scassandralverde ha detto:

      Mmm … no ! Anche io i miei li ho dovuti spedire nel Michigan.
      In Italia non c’è nulla del genere purtroppo. O, almeno, nulla di pubblicizzato. E poi la spedizione non è un gran problema: un sacchetto di plastica e una scatoletta di cartone … io spesi in tutto una decina d’euro l’ultima volta.
      Vedila così: una parte di te vola oltre-oceano !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sugar and Cinnamon

A wholefoods blog showing the sweeter side of healthy eating

IL CASALINGO MODERNO ATTO SECONDO

(HOMELESS EDITION) economia domestica ed educazione sentimentale di un disoccupato con prole

la tana del riccio

..with my own two hands..

Tranquillissimamente

consigli e idee per per una vita tranquilla

Vivere Sostenibile

Soluzioni per un nuovo modello di Vita. Scrivici le tue a info@viveresostenibile.net

parlareavanvera

i mille volti della comunicazione: tra viral e flop

girati

Vorrei fermarmi un attimo a respirare, posso?

Dad's the way I like it

From Scotland. Living in Wales. Multilingual and trying to multi-task.

Sotto il livello del mare

Blog di una olandesa

La Tana

" Ama il prossimo tuo come te stesso ". Perché pretendere da me tanto cinismo?

Circolo Città Futura

Pensare globalmente, agire localmente; nel V Municipio di Roma

Offresi lavoro, ma non troppo.

alla ventura nella terra dei cachi

E' scientificamente dimostrato

Posti del Cosmo dove non sono mai stato

Farfalle e trincee

Sulla Via della seta, tra crisi energetiche e crisi esistenziali

XI XI in Cina

Esperienze, racconti e stranezze nel celeste impero

Diario di un ansioso

L'ansia raccontata da chi ci convive

RECENSIONI FACCIALI

meno parole, più facce!

Soldato Kowalsky

Valtellina, Cina, quello che capita - Dal socialismo scientifico al socialismo nerd

domande

le domande vengono prima delle risposte

vitadapendolare

sembrano traversi(n)e ma sono opportunità

Minimoimpatto.com: le pratiche ecosostenibili

idee e consigli su come essere eco-logici nella vita quotidiana

angolo del pensiero sparso

voli pindarici sulla caleidoscopica umanità

Music For Travelers

One good thing about music, when it hits you, you feel no pain (Bob Marley)

amoleapi

Blog, api, gechi, fotografie,fiori, ricette, famiglia

ECOarcobaleno

Solo chi Sogna può cambiare il mondo.

chayudao

tea encounters

Una mamma green

Un blog per mamme (e non solo) sempre in cerca di se stesse. Un blog per mamme libere dai condizionamenti e in contatto con il proprio istinto autentico

Un cremonese in terra islandese

Un cremonese in terra islandese

SEW KATIE DID

because thread is the best glue.

Africans in China

Cultural research about Africans in Guangzhou, and beyond

Giardinaggio Irregolare

Chi scrive di giardini deve sempre avere il coraggio di dichiarare le proprie opinioni

Zone Errogene

Ogni lasciata è vinta

Stories from the underground

Come vivere senza stomaco, amare la musica ed essere sereni

Disorientamenti

Soleil cou coupé

FreeWordsTranslations

Best Quality, Fast and Professional Translations from English, French and Spanish to Italian

VETROCOLATO

I MIEI PENSIERI SONO DI VETRO COLATO, NON CI STANNO PIÙ CHIUSI IN UN CASSETTO

la Polirica

La scelta è sempre tra una peretta gigante e un panino alla merda, fin dall' inizio del mondo la partita si è sempre giocata tra una peretta gigante e un panino alla merda, solo loro hanno la faccia tosta per fare politica!

Roberto Chessa

live your dream

Segreti e virtù delle piante medicinali

Alla natura si comanda solo ubbidendole. Francis Bacon, Saggi, 1597/1625

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: